sabato 25 marzo 2017

Dal Pollino a Bialowieza: lavorare all'estero

Ingresso al  Parco
Ogni volta che si torna in un posto che si è già visitato si teme che non possa emozionarti come la prima volta.

Inoltre si trattava della mia prima esperienza all'estero nel ruolo di accompagnatore/organizzatore/guida, con l'Associazione Inforidea con Fabrizio Bernini che accolse entusiasta la mia proposta.
Quindi l'ansia era tanta, di deludere anche i miei accompagnati. E invece...

Il gruppo
Bialowieza, patrimonio dell'Unesco, Riserva della Biosfera, Parco Nazionale non delude. I sentieri segnati, le guide professionali e preparate, la fauna e le attività umane integrate, pulito, il museo organizzato in modo impeccabile per la didattica, affidato a personale altamente competente.

L'accoglienza, anche se non calorosa come quella a cui siamo abituati è impeccabile: strutture calde, accoglienti, colazioni ricche a abbondanti. Il cibo ovviamente bisogna adattarsi ai loro gusti.

Oltre allo spettacolo di camminare in quell'ultimo lembo di foresta primigenia che copriva l'Europa fino al medioevo abbiamo avuto la fortuna (fortuna aiutata dalla competenza delle guide) di avvistare Cervi, Caprioli, Aquila Anatraia Minore, Gru, ma sopratutto l'animale "simbolo di questa terra: il Bisonte Europeo.

Una bella chiacchierata con la guida sulla "impalbabilità" della presenza della Lince. In sostanza c'è, ogni tanto si vede (lui l'ha vista una sola volta) ma la possibilità che mi mostrasse tracce, segni,  marcature era "zero".

In Autunno è il caso di tornarci. Sto già organizzando. Chiunque voglia venire mi faccia un fischio. Vestitevi bene.

Frame dal video (vedi in fondo)
Frame dal video (vedi in fondo)

La foresa
Alberi vetusti
Bisontewatching
Querce mezzomillenarie
Farnie schiantate sotto il peso dell'età
Bisontewatching alle 5 di mattina
Bisonti
Bisonti
Bisonte coperto di brina

VIDEO BISONTI


VIDEO AREA RISTRETTA



Nessun commento:

Posta un commento