martedì 22 ottobre 2019

Trekking con la Joëlette

Il weekend del 19-20 Ottobre è stata una bella e nuova esperienza professionale. Contattato qualche settimana prima da Roberto Zocco, Presidente dell’associazione ADOVOS Messapica di Tricase, abbiamo pianificato un weekend trekking su misura del loro socio Danilo, da percorrere con la Joëlette.
 
La Joëlette al Belvedere

La Joëlette è uno speciale monociclo che consente il trasporto su percorsi escursionistici di persone con disabilità fisica.
L’ADOVOS Messapica con una raccolta fondi ne ha acquistato uno che mette a disposizione per attività escursionistiche. 

La Joëlette nei pressi della Cappella della Maddalena
Sabato 19 abbiamo percorso il sentiero della Maddalena, che da Castelluccio Inferiore raggiunge Bosco Difesa. Proprio nel primo tratto, con ancora la pavimentazione urbana, i rovi lo avevano praticamente chiuso. Ho chiesto all'amministrazione comunale, di provvedere con il decespugliamento e così con due interventi uno in Primavera e uno in Autunno adesso non ci sono più problemi.  Qualche problema lo si incontra proprio nel tratto prima e dopo la Cappella della Maddalena, ma è stato percorso senza particolari difficoltà. In alcuni punti sarebbe necessaria una manutenzione seria con spietramento e decespugliamento per renderlo sicuro e agevole a tutti.
Ma lo spettacolo di attraversare la cerreta (Quercus cerris) di Bosco Difesa e fermarsi per una pausa ha ripagato la fatica.
La Joelette a Bosco Difesa

Domenica 20 abbiamo percorso il sentiero classico dal Rifugio De Gasperi al Belvedere del Malvento per vedere il Pino Loricato (pinus leucodermis). Questo sentiero non presenta difficoltà alcuna se non in alcuni tratti dove il traffico abusivo di mezzi a motore ha trasformato lo sterrato in una fanghiglia scivolosa e sconnessa che solo grazie alla prolungata siccità non ha creato particolari difficoltà.
La Joëlette a Piano Ruggio
Sarebbe sufficiente una chiusura più “seria” ai mezzi a motore e un recupero del tracciato originario, rovinato in anni di incuria, per renderlo accessibile a tutti adulti, bambini e disabili. Con questo tipo di supporto non c'è assolutamente bisogno di sistemare i sentieri con le ruspe, asfalto e cemento come spesso si tenta di fare con la scusa della accessibilità.

La giornata si è chiusa con una visita all'azienda agricola di Isacco per degustare il suo ottimo formaggio.

Per questa esperienza ringrazio vivamente l'associazione ADOVOS Messapica che hanno accettato la mia proposta escursionistica permettendomi di mettere alla prova i miei percorsi e consentendo al loro amico di non perdersi nulla dello spettacolo naturale che offre il Pollino


Nessun commento:

Posta un commento

Vi preghiamo di lasciare nel commento un recapito e-mail. A volte le informazioni che ci lasciate potrebbero essere molto utili e sarebbe un peccato non potervi contattare per approfondimenti. Se preferite restare anonimi scriveteci! Grazie