sabato 28 marzo 2020

Autori lucani da conoscere

Spesso accompagnando turisti in Basilicata, inevitabilmente si parla di Carlo Levi, della sua toccante esperienza al confino forzato dal regime fascista ad Aliano e del suo libro "Cristo si è fermato a Eboli". Carlo Levi quando morì si fece seppellire ad Aliano: con questo gesto estremo suggello con la nostra terra un legame oltre la vita, un dono infinito dai risvolti ancora non completamente compresi.
Ma Carlo Levi non era lucano, e la sua stella rischia di nascondere il genio di alcuni autori nati in Basilicata che meritano invece di essere conosciuti.

Rocco Scotellaro in un ritratto di Carlo Levi: Museo Lanfranchi - Matera

Voglio ricordarne alcuni che ho "incontrato" camminando le loro stesse vie, i loro stessi vicoli, calpestando la stessa polvere e respirando gli stessi odori.

Il primo che ho incontrato è Rocco Scotellaro: poeta, politico, sindaco di Tricarico (PZ), leader delle battaglie contro il latifondismo parassitico. Stimato da Carlo Levi che lo ritrae in un quadro mentre parla ai suoi contadini. Trovate informazioni sulla sua vita al Centro Documentazione Scotellaro e molti riferimenti alle sue opere e al suo contesto geografico nel blog Rabatana di Antonio Martino.

Poesie di Rocco Scotellaro a Rivello
Ne trovo "tracce" camminando a Rivello (PZ), cittadina bizantina/longobarda, che ha dato i natali Ulderico Pesce, autore e attore contemporaneo, che in più di uno spettacolo cita Scotellaro, ma sopratutto ha raccontato in giro per l'Italia l'interessante storia di Giovanni Passannante.
Giovanni Passanante, nato a Salvia (oggi Savoia di Lucania!) anarchico, non era un poeta, nè uno scrittore, nè un fine intellettuale, ma sicuramente una personalità politicizzata sopra la media dei suoi corregionali di allora. Attentatore di Umberto I, lui e la sua famiglia subirono una pesantissima reazione, crudele oltre ogni immaginazione.

Leonardo Sinisgalli in un murale nella Casa delle Muse
Leonardo Sinisgalli di Montemurro (PZ) a cui è stata dedicata  la "Casa delle Muse"  nella vecchia abitazione di famiglia, gestita in modo eccellente dalla Fondazione Sinisgalli  dove si tengono visite guidate, convegni, mostre e documentazioni. Sinisgalli è una personalità affascinante ed eclettica (poeta matematico... si usa definirlo) che lavorò nel mondo dell'editoria industriale. Di recente gli eredi hanno concesso i diritti dei suoi libri che potrete acquistare anche online.
Albino Pierro: lapide cmmemorativa Tursi
Tursi (MT) ha dato i natali ad Albino Pierro morto in "odore" di Nobel per la Letteratura. interessante visitare Tursi per comprendere il mondo della sua infanzia. A lui è dedicato un Parco Letterario ma credo che la cosa migliore sia contattare Paolo Popia gestore del Relais Palazzo dei Poeti nella Rabatana di Tursi, appassionato studioso di Albino Pierro. Ho sentito Paolo "cantare" Albino Pierro, (omaggiando mia figlia di una dedica) in occasione di "Open Day" agli scavi archeologici di Pandosia, e credo sia la via migliore per apprezzarne i versi in dialetto.

Personaggio femminile interessante è Isabella Morra di Valsinni (MT), poetessa riscoperta da Benedetto Croce vissuta nel XVI sec. Il Parco Letterario a lei dedicato funziona. La sua triste storia, segregata nel castello di famiglia e uccisa dai suoi fratelli, ha anche ispirato numerosi scrittori locali contemporanei come Isabella di Vincenzo Corraro di Viggianello (PZ).
 
Gina Labriola, una personalità interessante, nata a Chiaromonte (PZ), una vita tra Parigi, Barcellona e Teheran. Le è stato dedicato un premio letterario. L'ho conosciuta nel suo atelier di Chiaromonte qualche anno prima che venisse a mancare e mi raccontò dei suoi trascorsi di infanzia nei vicoli del centro storico di Rotonda. Me la presentò Maria Pina Ciancio di Sanseverino Lucano, che potrete contattare attraverso l' Associazione Lucaniart per appronfondire la conoscenza di Gina Labriola ma anche gli scritti di altri autori lucani oltre che della stessa Ciancio.
Con Gina Labriola a Chiaromonte
Infine Egidia Bruno, attrice e autrice di Latronico (PZ) contemporanea. Tra le tante cose che ha realizzato vi segnalo "W l'Italia.it... Noi non sapevamo" basato su ricerche storiche intorno alla questione meridionale post-unitaria. Ma sul suo sito trovate altre informazioni sulle sue attività teatrali come l'interessante e divertente "Cunti di casa".
Con Egidia Bruno alla presentazione di "W l'Italia.it"
Sicuramente non sono gli unici meritevoli di essere conosciuti, non me ne vogliano i vivi,  sono semplicemente quelli che ho incrociato durante i miei cammini di Guida Escursionistica in Basilicata.

In ogni caso potete aggiungere nei commenti qualche segnalazione di autori lucani che avete incontrato sulla vostra strada.

Nessun commento:

Posta un commento

Vi preghiamo di lasciare nel commento un recapito e-mail. A volte le informazioni che ci lasciate potrebbero essere molto utili e sarebbe un peccato non potervi contattare per approfondimenti. Se preferite restare anonimi scriveteci! Grazie