venerdì 2 ottobre 2009

Sarò Jena, Arpia, Sciacallo



Sarò Jena
che divorerà il suo cuore,
o Arpia che artiglierà i suoi polsi.
Insoddisfatto,
m’accanirò sul suo corpo
come il peggiore degli Sciacalli
terminando il mio pasto
con i brandelli della sua carne putrescente,
seccata dal sole,
sparsa nel campo,
avvolta da nugoli di Mosche.

Con la bocca putrida
Colma delle sue viscere nauseabonde
tornerò da te, amore mio,
sazio del sangue del suo cuore
che spense il TUO cuore.

e mendicherò da te l’amore
che mi neghi
che da sempre, mi appartiene
che da sempre sarebbe stato mio
l’amore  che
lui ferì,
uccise,
violentò.

giovedì 25 giugno 2009

L'ultimo caso dell'Ispettore Joe



Il caso sembrava semplice...
morte presunta ore 01,00 del 25 giugno
La trappola, modello svizzero, era scattata, ma poteva anche non essere mai stata attivata (reperto B)
il formaggio intatto (reperto C)
nessuna macchia di sangue
nessun trauma
In questi giorni ai gatti era interdetto l'ingresso in casa a causa di una infezione alla pelle.
Il corpo esamine rivolto nella direzione opposta alla trappola, quindi poteva anche essere vivo quando la trappola era scattata (reperto A)
causa del decesso probabilmente un infarto forse provocato dalla scatto
Nessun collegamento certo tra l'avvenuta morte e la trappola.
nessun testimone
nessun parente, il soggetto viveva solo a casa.

domenica 14 giugno 2009

Lycantropofagogamia


Quando attraverso le tue strade
Sento il tuo odore
Sento l'odore del tuo mondo
Dei tuoi boschi
La polvere della tua terra mi entra nelle narici
Mi secca la bocca
Mi secca la saliva
saliva che scende pensando al sapore della tua pelle
E pensando alla tua carne che i miei visceri si contorcono
I miei muscoli diventano rigidi e turgidi
Tremano al solo pensiero che tu mi possa essere vicino
Quando penso al sapore della tua bocca
Della tua saliva
L’odore del tuo fiato
La pelle si tende e i peli diventano ispidi come spine
Ma oggi mi braccano
Non sono cacciatore, sono preda
non posso cercarti, devo fuggire!

AUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

Clip to hungry like the wolf

mercoledì 11 marzo 2009

Un Bacio

Mentre fotografavo questi alberi, quasi tutti i ragazzi hanno detto "un albero con un buco sopra e uno sotto", che oltre ad essere non proprio pertinente come osservazione è alquanto banale come astrazione.
Solo una ha detto "un bacio!": io credo che quella ragazza farà tanta strada...

domenica 22 febbraio 2009

La Quercia di Ester






La Quercia di Ester
Mentre fotografavo questa Quercia ultracentenaria con i rami coperti a sua volta di foreste di felci e muschio è passato un personaggio conosciuto come il "Tenente Colombo, sez. omicidi" di Viggianello
e mi fa:"casa fà?"
ed io "a'ma tajja!",
e lui "picchi?"
ed io "pi linna"
e lui "ma a Forestale mica ta fa tajjà!"
... la naturalezza con cui ha accolto la notizia che l'avremmo tagliata e qualcosa di cui si può solo sorridere amaramente...