martedì 5 aprile 2016

Grotta del Romito

Sono andato per l'ennesima volta alla grotta del Romito. Ho visto il calco dello scheletro di ROM, il mio avo più "avo" che ho.
12.000 anni fà mi lasciò un regalo: uno splendido graffito raffigurante il bue primigenio e tanti altri segni che solo lui potrebbe dirci cosa significhino.
Trent'anni fa lo portarono via e non è ancora tornato. E' dura la vita nel sud, anche da morto bisogna emigrare e trascorrere il tempo dormendo dentro uno scaffale museale, proprio come tanti profughi che dormono dentro scatole di cartone sotto i ponti. Hanno portato via anche tante sue cose, disperse qua e là nella Penisola, come cenere al vento, di cui si è persa memoria.
Ma io resto qua ad aspettarlo, a tenere vivo il suo ricordo per i prossimi 12.000 anni o almeno finchè non tornerà...


Per visitare la Grotta del Romito, in genere aperta tutti i giorni dalla mattina al tardi pomeriggio, tranne pausa pranzo, ma non ha senso presentarsi più tardi delle 17. 
Per informarsi sugli orari di apertura e sui costi chiamare al Comune 0981.83107

Il costo del biglietto (fino al 2015) era di € 4,00 comprensivo del servizio navetta per le scuole. 
Gli autobus turistici non arrivano fino alla Grotta! Bisogna per forza chiamare il comune che garantisce il servizio navetta.

Per una Escursione guidata all'area della Valle del Lao o un bel SAFARI NATURA non esitate a chiamare al 347.2631462. 
La Valle del Lao ha tanto da raccontare: i longobardi, i bizantini, i paesi abbandonati, la fauna e la flora.



2 commenti:

  1. Ma che piacere averti incontrato Giuseppe, cercavo una fonte, un referente nel Parco Nazionale del Pollino.

    Ma è il graffito che è stato portato via? In quale museo ora è custodito? Quindi quando si parla della visita alla Grotta si fa solo riferimento al luogo del ritrovamento?

    RispondiElimina
  2. No no... il graffito c'è!!! è il suo autore che è stato portato via, cioè lo scheletro originale delle salme. Adesso ci sono solo i calchi,

    RispondiElimina