martedì 17 marzo 2020

Lo Scheletro dell'elefante di Rotonda

Il principale "ospite" del Museo di Storia Naturale del Pollino è uno scheletro quasi completo di Palaeoloxodon antiquus (Falconer & Cautley, 1847), l'Elefante dalla zanne dritte per le sue zanne caratteristiche, scoperto nel 1984.

Immagine tratta da www.archeozoo.org e rielaborata da Giuseppe Cosenza


Si tratta di una specie vissuta in un lungo periodo caldo tra due glaciazioni importanti ed estintosi pare 30.000 anni fa nella penisola Iberica. Pare che sia stato anche cacciato dall'uomo, ipotesi confortata da un graffito trovato in una grotta a Vermelhosa in Portogallo. 

In assoluto la specie di mammifero più grande che abbia mai calpestato il suolo terrestre, era diffuso in tutta l'area sud Europea nelle fasi interglaciali calde tra la glazione di Mindel e quella di Würm,  in un periodo di tempo tra i 550 e i 70 milioni di anni fa.

Spesso chi visita il museo immagina che si tratti di un Mammuth o di un"discendente" del Mammuth. 
Genetica degli elefanti
Invece il "nostro" elefante è più antico di alcune specie di Mammuth o al massimo contemporaneo e dal punto di vista genetico è più imparentato con gli attuali elefanti africani (Loxodonta africana e Loxodonta cyclotis) mentre il Mammuth è più vicino geneticamente all'Elefante indiano (Elephas maximus). 

lo scheletro esposto a Rotonda
Le ossa dell'elefante sono esposte al pubblico grazie ad un lungo e difficile restauro. Se avete difficoltà a riconoscere le parti, consultate l'immagine che ho allegato in testa a questo articolo. (Potete stampare l'immagine sottostante in bianco e nero per farla colorare ai bambini)


Stessa immagine da colorare
Inoltre vi invito a fare un confronto con lo scheletro del Mammuth per comprendere le notevoli differenze tra le due specie.
tratto da www.archeozoo.org


Insomma una meraviglia della natura che insieme al pesce fossile di Latronico e alla Grotta del Romito rappresenta un notevole patrimonio storico-naturalistico. Per chi abita vicino consiglierei almeno una volta l'anno di visitare questo museo.


Itinerari consigliati con Giuseppe Cosenza
Safari Natura 



l'elefante di Romeo







Nessun commento:

Posta un commento

Vi preghiamo di lasciare nel commento un recapito e-mail. A volte le informazioni che ci lasciate potrebbero essere molto utili e sarebbe un peccato non potervi contattare per approfondimenti. Se preferite restare anonimi scriveteci! Grazie